Virals - Kathy Reichs
Avevo sentito parlare piuttosto bene di questo libro, ed ero stata anche piuttosto attratta dalla trama quindi quando ho iniziato a leggere "Virals" sono rimasta incredibilmente delusa.
Parliamo dei personaggi, o meglio del personaggio perché l'unico personaggio almeno un pochetto approfondito in questo libro è la protagonista Tory. Che ovviamente non può essere semplicemente una nerd, deve essere anche bellissima e talmente profonda nei suoi sentimenti da interessarsi a tre ragazzi diversi nel corso di tutto il libro, per motivi molto profondi ovviamente ovvero passando sempre a quello più bello e più ricco di volta in volta (felice che alla fin fine non finisca con nessuno, chi troppo vuole..).
Il contagio con il virus è una confusione pazzesca, soprattutto contando che doveva essere la parte centrare del libro, con gli amici di Tory che hanno vari attacchi uno più imbarazzante dell'altro (con tanto di amico ciccione che va in diarrea per una settimana) mentre lei come sintomi ha si e no il fatto che ha sensi super sviluppati, ovviamente lei è troppo perfetta per andare in diarrea.
La motivazione dell'omicidio poi.. davvero non era possibile spostare un nido di aquile? mi state dicendo che era più facile uccidere una ragazza, uno scienziato poi, nascondere le ossa, comprare un killer professionista, ecc. ? Mica dovevano ucciderle quelle povere aquile, bastava spostarle e nessuno avrebbe detto nulla andiamo! E che fosse stata Hannah? davvero, qualcuno non c'era arrivato?
Tory ci prova con il ragazzo più bello e più ricco della città, lui però ha ovviamente una ragazza che è bellissima e perfetta.. ovviamente va tolta di torno, altrimenti la povera Tory dovrebbe accontentarsi di uno dei altri due ragazzi con cui ci provava prima, e come potrebbe mai evolvere la storia allora? Insomma, l'unico colpo di scena non era un colpo di scena.
Libro noioso, da evitare.