Green (Trilogia delle gemme, #3) - Kerstin Gier, Alessandra Petrelli 2½/5
Mi dispiace dargli così poco perché gli altri libri della saga mi erano piaciuti e l'idea di base mi piaceva moltissimo, questo libro però chiude la storia proprio male (l'ho sempre detto io che gli scrittori non sanno chiudere le loro saghe in maniera credibile).
Trovavo Gwen un personaggio interessante e spiritoso, in questo libro è lo zerbino di Gideon, quasi non ha personalità. Altra cosa che ho detestato in questo libro è il gioco delle coppie.. dio, quando odio il gioco delle coppie, dove tutti devono finire accoppiati con qualcuno. L'amica di Gwen è single? nessun problema, basta far arrivare il fratello (bono) di Gideon ed è tutto risolto! La madre di Gwen non ha più il marito? c'è lo zio di Gideon che non si sa come mai è bellissimo ma a 30+ ancora non è sposato!
L'immortalità di entrambi nel finale? sembrava quasi Twilight e questo la dovrebbe dire lunga. E anche il modo in cui è stato risolto il mistero del Conte non mi ha detto niente, era prevedibile e anche noioso. Oltretutto fino a pagina 300 non si risolve niente (tranne il più che ovvio connubio Paul+Lucy = Gwen che TUTTI avevano già capito fin dal primo libro) e tutto il combattimento con il Conte dura 6 pagine.