Inheritance - Christopher Paolini
Sono proprio contenta che questa saga sia finita, perché ho adorato i primi due libri per quanto non fossero scritti in maniera particolarmente brillante e lo ammetto, ma dal terzo in poi la saga è andata in picchiata e con questo libro si è definitivamente schiacciata a terra (non oso neanche immaginare un ipotetico quinto libro, mi vengono i brividi).
Onestamente meriterebbe una stella, ma arrotondo a due perché voglio un pochetto premiare una saga che almeno all'inizio prometteva bene ma che ha finito per fare veramente orrore.
Diciamo la verità, trovo sbagliato quasi tutto in questo libro, sopratutto l'idea che hanno praticamente tutti gli scrittori di trilogie e compagnia di aggiungere una serie infinita di dati nel libro finale per giustificare cose che altrimenti sarebbero inspiegabili. Il cattivo della storia è troppo forte? Fa niente! aggiungiamo 200 pagine in cui Eragon trova un potere ancora più forte che però neanche userà perché arrivato da Galbatorix quello con una sola parola lo metterà al tappeto. Dobbiamo spiegare come Oromis è diventato storpio e Gladr ha perso una gamba? Nessun problema! Basta sfidare ogni legge della fisica con combattimenti nei cieli tra Cavalieri dei Draghi e mosse spastiche ed è tutto risolto. Insomma, niente si collega veramente in questo volume è semplicemente tutto una grande forzatura.
Vogliamo parlare dei risolti da fanfiction?
Murtagh e Nasuada, qualcuno non se lo aspettava? Arya regina degli elfi, ma non avevamo detto che non si diventata re o regine negli elfi per sague? strano che abbiamo scelto come regina un'elfa che per gli elfi non ha mai fatto un bel niente dato che è stata sempre tra i Varden. Cavaliere poi, per favore! Arya non è un personaggio che mi piace (che ci posso fare, ho sempre odiato le Mary Sue), non mi è mai stata troppo simpatica ma ho le mie buone ragioni mi sembra, possibile che Paolini non si renda conto di quanta roba ha dato ad un personaggio solo? E poi non può essere Regina e Cavaliere nello stesso tempo, era una regola com'è che ora se ne freano allegramente tutti? Eragon allora poteva dare una gomitata a Nasuada e prendersi lui il trono degli umani e invece no lui ovviamente non lo può fare ma miss perfezione invece può e lo fa. Saphira poi vede il drago verde e non ci pensa un secondo a.. beh avete capito, insomma quel drago è un cucciolo! Saphira, non ti sapevo con tendeze pedofile.
Ci mancava solo che facesse davvero risorgere Brom e sarebbe stato proprio il massimo. Anche se il massimo è stato lo scontro con Galbatorix, il grande Re, ex Cavaliere che conosce tutti i segreti della magia ma si fa battere dal senso di colpa dei draghi uccisi! Insomma, è ridicolo quasi quanto Voldemort che muore con un Expelliarmus. Altra cosa, i draghi. Ma non dovevano estinguersi? Non poteva lasciare questo fatto drammatico, concedendo a Saphira e (dato che voleva proprio redimere Murtagh, altra cosa che io non approvo) Castigo magari di ricreare con calma la loro stirpe? Dato che davvero voleva tenere Murtagh tra i buoni, nonostante tutto quello che ha fatto (e io non credo che una sola azione buona possa cancellare una serie di azioni cattive e codarde, ma mi sembra che io e Paolini non la pensiamo affatto nello stesso modo) sarebbe stata una buona scusa per tenersi Murtagh tra i buoni (sempre meglio Murtagh comunque di personaggi con zero profondità come Arya, Roran e spesso anche Eragon!).
Ma poi a qualcuno gliene frega qualcosa dei POV di Roran?! O meglio, ma qualcuno lo sopporta almeno Roran? ogni volta che iniziava un suo POV mi sparavo un colpo, maledivo Paolini e tutta la sua famiglia! C'ho messo una vita a finire questo libro perché ogni volta che arrivava Roran chiudevo il libro per una settimana.
Avrei dato un pochino di più a Inheritance se non fosse esistito l'epilogo, lo ammetto. Diciamo che per l'80 su Inheritance non succede niente, e quel 20% di fatti che Paolini ci propina sono nell'epilogo e avrei preferito non saperli mai.