Crossed - Ally Condie
Devo avere qualche problema perché trovo che l'unica cosa interessante di Cassia sia che abbiamo lo stesso colore preferito (il verde) per il resto è anonima e sopratutto noiosissima. Ky non mi ispira niente, preferisco Xander a lui e questo la dice lunga dato che la scrittrice fa di tutto per far preferire al lettore il personaggio che ha già destinato alla sua protagonista (infatti Xander in questo libro c'è per due pagine).
Ammetto di aver trovato questo libro di una noia mortale, tanto che ho dovuto abbandonarlo per un po' e riprenderlo. Cosa che ammetto non mi ha aiutato molto, quando l'ho ripreso quasi me lo ero dimenticata tutto ed erano passate solo un paio di settimane questo la dice lunga su quanto mi abbia preso.
Il personaggio a mio avviso più interessante, Vick, muore subito ed in maniera assurda cosa che non mi ha fatto alzare l'amore per questo libro.
Forse è anche colpa del fatto che "Matched" mi era piaciuto davvero tanto e questo seguito non è affatto alla sua altezza. Poi non mi piace che si sveli pochissimo della trama, in pratica è un'allegra scampagnata questo libro. Ogni tanto si nomina il segreto di Xander, che poi non svelano se non prima della fine del libro e che non è la bomba eclatante che uno si poteva immaginare vista l'attesa e visto quante volte è stato nominato (insomma cose come "xander è una donna!" avrebbero fatto molto più effetto XD).
Comunque ho faticato a finirlo, non so se leggerò mai il finale della trilogia.